Seleziona una pagina

BICI ARTIGIANALI IN LEGNO LAMELLARE E MASSELLO, REALIZZATE A MANO CON MATERIALI ECOLOGICI. UN PROGETTO DAVVERO “SPECIALE”.

Peccato non aver un’immagine per mostrare la mia faccia di fronte alla bicicletta in legno realizzata da Gianni Speciale…ma siamo nel 2017 ed esistono le emoticon… dunque questa la rappresenta bene  :‑O …ma come, in legno? Davvero? Davvero.

Il colpo di fulmine è scattato a Milano durante la pedalata per raggiungere la fiera Raggio ad Alzano Lombardo e a distanza di poco tempo, e dopo una bella chiacchierata su skype, eccomi in sella, nella mia Torino, su una bici Speciale, che prende il nome di “Torino“. Coincidenze? Chissà!

Non ero mai salito fino ad oggi su una bici con un telaio del genere (forse da piccolo su una bici senza pedali…) e vedermi così, pedalare su un frassino, onestamente, fa una certa impressione. Questione di abitudine ovviamente, anche perché fin da subito mi trovo perfettamente a mio agio

 

bici in legno speciale

 

Mentre monto in sella mi sovviene un’immagine del 1791 a Parigi, il “Cheval de bois” dal Conte di Sivrac, il primissimo esempio di un mezzo sempre più vicino alla bicicletta dotata di sterzo e trasmissione a pedali e con un telaio in legno. Non so, mi sento vagamente partecipe di un evento speciale, e non è una battuta visto il cognome dell’artigiano…

“Si vabbè…ma raccontaci qualche dato tecnico dai”… diranno i tecnici e curiosi.  Va bene, eccoli:  modello: Torino, dimensioni: 56 sterzo/sella, angolo di sterzo: 72 gradi, forcella: carbonio, cerchi: Ambrosio o in legno Ghisallo con mozzi Miche freno tradizionale con dischi, mozzi: Paul Components Hub, sella: Brooks B17 Imperial.

 

piazza-castello-bici speciale

 

Bisogna aggiungere che le biciclette in legno sono tutte realizzate a mano, con materiali ecologici, dunque personalizzabili anche e soprattutto nella componentistica, basta chiedere un preventivo (e un consiglio esperto) a Gianni.     

Su strada la prima sensazione è quella di pedalare su una bicicletta con un ottimo assorbimento delle vibrazioni. E’ silenziosa, scricchiola pochissimo (mi aspettavo qualcosa di più essendo in legno) e grazie alle gomme dalla sezione più larga il comfort è davvero elevato.  

Il percorso è stato di tipo cittadino, con lunghi viali, ripartenze continue, leggero sterrato e ciottolato, insomma, il luogo ideale per la quale è stata progettata. Questo è importante da sottolineare per non sbagliare l’uso e l’utilizzo di questo mezzo. Non aspettatevi di andare forte in salita o di richiedere prestazioni elevate in una discesa sterrata, non è una bici da corsa o una mountain bike…

Dunque una bicicletta bella da vedere, comoda, perfetta per pedalare senza stress, unica.

Se volete conoscere altri interessanti dettagli potete cliccare sul sito web speciale wooden bikes, Gianni sarà sicuramente disponibile ad accettare le vostre domande e perché no, magari un giro insieme in sella alle sue opere d’arte!

 

sancarlo-bn
  
Please like & share: